Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Incontro oggi tra Russia, Unione Europea e Washington

Mosca pronta a siglare accordi per la pace in Medioriente


Mosca pronta a siglare accordi per la pace in Medioriente
12/02/2009, 09:02

Mosca oggi parteciperà, insieme a Onu, Unione Europea e Stati Uniti d'America, alla definizione di accordi per una pace duratura in Medio Oriente.

Presenti all'incontro anche il ministro degli Esteri della Repubblica Ceca, Karel Schwarzenberg, il collega svedese Carl Bildt, l'Alto Rappresentante per i Comuni Affari e le Politiche Securitarie dell'Unione Javier Solana. Si terrà conto dei risultati elettorali israeliani. Il ministro russo degli Esteri, Sergey Lavrov, rammenta che non è più possibile siglare accordi destinati a precipitare in crisi politico-diplomatiche, che sfocerebbero poi in attacchi militari come è recentemente accaduto a Gaza. Il nuovo accordo tra Mosca e Bruxelles è, attualmente, tra i più importanti mai siglati. I partenariati di questo tipo sono in notevole progresso. Il Ministero degli Esteri avrebbe addirittura dichiarato agli Europei che il Presidente Medvedev starebbe per promuovere un nuovo trattato di sicurezza collettiva. La Nato non ha preso ancora una posizione ufficiale, ma i recenti accordi con il Cremlino, a proposito della vendita di nuove armi in Afghanistan che transiteranno per il territorio russo, lasciano ben sperare. Come dichiarato precedentemente da Lavrov, infatti, il suo Paese aiuterà Nato e Usa a supportare in Afghanistan le forze armate volute dall'Occidente.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©