Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Partecipavano a manifestazione anti Putin

Mosca: Pussy Riot di nuovo fermate ed arrestate

Fermato anche il blogger Alexey Navalny

Mosca: Pussy Riot  di nuovo fermate ed arrestate
25/02/2014, 09:16

MOSCA   - Non c'è tregua per le due Pussy Riot Nadezhda Tolokonnikova e Maria Alyokhina, dopo l’aggressione a Sochi, sono state fermate durante una manifestazione davanti a un tribunale della capitale russa. Con loro, arrestate anche circa duecento persone che  manifestavano in attesa della sentenza per altri otto dissidenti. Anche loro, accusati di aver partecipato alle proteste contro Vladimir Putin il 6 maggio del 2012, alla vigilia del suo insediamento al terzo mandato da presidente.

Con le Pussy Riot, in piazza c'erano anche Pyotr Verzilov, marito di Tolokonnikova che su twitter ha pubblicato la foto di sua moglie in un furgone della polizia. A manifestare c'era anche Alexey Navalny, blogger, dissidente anti Putin ed ex candidato a sindaco di Mosca.

Alla protesta, riferisce il sito kasparov.ru, critico del Cremlino, che non era stata autorizzata, hanno partecipato circa 700 persone. La polizia ha parlato invece di 200 partecipanti.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©