Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

L'accusa più grave è quella di omicidio plurimo premeditato

Mubarak e i suoi figli a processo dal 3 agosto

L'ex rais rischia la pena capitale

Mubarak e i suoi figli a processo dal 3 agosto
02/06/2011, 09:06

IL CAIRO - Fonti giudiziarie riferiscono che, su decisione del presidente della Corte d'Appello del Cairo, il processo contro l'ex rais egiziano Hosni Mubarak e i suoi figli dinanzi alla Corte d'Assise del Cairo inizierà il prossimo 3 agosto.
Mubarak e i suoi figli Gamal e Alaa dovranno rispondere, insieme all'uomo d'affari e loro collaboratore Hussein Salem, dei reati di corruzione, frode e di altri reati finanziari che hanno permesso alla famiglia del rais di accumulare ricchezze in maniera illecita, anche abusando della propria posizione. Ma l'accusa più grave sarà quella di omicidio plurimo preterintenzionale, in riferimento all'uccisione di oltre ottocento manifestanti nel corso della violenta repressione delle rivolte di piazza che alcuni mesi fa, precisamente l'11 febbraio, hanno portato alla caduta del regime. Per quest'ultimo capo d'imputazione, l'ottantaduenne ex presidente egiziano rischia la pena capitale.
Per quanto riguarda il taglio dei collegamenti telefonici e telematici durante i primi giorni della rivolta popolare, iniziativa che ha provocato anche gravi danni all'economia, già sabato scorso Mubarak è stato condannato al pagamento di una multa di 62 milioni di euro per interruzione di servizio pubblico.
Attualmente l'ex rais si trova all'ospedale internazionale di Sharm el Sheikh, dove è ricoverato dal 13 aprile, data in cui è stato colpito da un malore nel corso dell'interrogatorio in cui ha dovuto rispondere alle accuse di violenza sui manifestanti, di abuso di potere e frode.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©