Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

MYANMAR, CONDANNATI ALTRI ATTIVISTI PER LA DEMOCRAZIA


MYANMAR, CONDANNATI ALTRI ATTIVISTI PER LA DEMOCRAZIA
15/11/2008, 11:11

I giudici del Myanmar, un paese retto da una dittatura militare, hanno inflitto pene fra i due e i 16 anni di reclusione ad altri 17 attivisti per la democrazia, rafforzando la campagna per stroncare il dissenso politico prima delle elezioni del 2010. Lo hanno riferito oggi fonti legali. L'ultima sentenza emessa ieri da tribunali segreti nell'ex capitale, Yangon, e nella seconda città, Mandalay, portano a oltre sessanta il numero degli attivisti incarcerati nelle ultime due settimane. Molti dei condannati con pene sino a 65 anni sono stati coinvolti nelle proteste di massa dell'anno scorso contro i rincari di carburante e alimentari nell'ex Birmania, che è governata da militari dal 1962. Si prevede che molti altri saranno presto condannati, mentre ai tribunali è stato ordinato di lavorare anche fuori orario e nei fine settimana per smaltire l'alto numero di casi pendenti - lo ha dichiarto un funzionario giudiziario chiedendo di non essere citato.

 


 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©