Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

L'ex fotomodella ammette il regalo, ma sminuisce

Naomi Campbell alla corte dell'Aja sui "diamanti insanguinati"


Naomi Campbell alla corte dell'Aja sui 'diamanti insanguinati'
05/08/2010, 10:08

L'AJA (OLANDA) - E' stato il giorno di Naomi Campbell davanti al Tribunale Internazionale dell'Aja. L'ex top model è stata chiamata a testimoniare su una vicenda risalente al 1997 quando ricevette, secondo l'accusa, dei diamanti greggi dall'ex presidente liberiano Charles Taylor. Vengono definiti "diamanti insanguinati", perchè provenienti dal traffico di armi con il Fronte Rivoluzionario Unito operante in Sierra Leone.
La Campbell ha ammesso di aver ricevuto delle pietre, ma ha negato che fossero diamanti e di sapere chi fosse l'autore del regalo. Secondo l'ex top model, i fatti si svolsero così: "Nel corso della notte due uomini hanno bussato alla porta della mia camera e mi hanno consegnato un piccolo sacchetto dicendomi: 'Questo è un regalo per te'. Ho ringraziato, messo il sacchetto sul comodino e sono tornata a dormire. La mattina dopo ho aperto il sacchetto e c'erano alcune pietre molto piccole e molto sporche. Non erano diamanti. In genere i diamanti brillano. Poi, a colazione, ho raccontato l'episodio  a Mia Farrow e a Carole White (ex agente della Farrow, ndr) e una delle due ha detto che il regalo di sicuro arrivava da Taylor".
In realtà i diamanti greggi non brillano affatto, sono pietruzze sporche. Diventano brillanti solo dopo che un tagliatore ne estrae la forma giusta per farli risplendere. Quindi il suo tentativo di sminuire il regalo non è che sia stato molto riuscito.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©