Dal mondo / America

Commenta Stampa

tempi difficili nel futuro dell' Italia

Napolitano: tempi difficili ma sapremo superarli

Ottimista il Capo dello Stato sul futuro del nostro Paese

Napolitano: tempi difficili ma sapremo superarli
27/03/2011, 19:03

New York - Tempi difficili si prospettano nel futuro dell'Italia, ma non ci si preoccupi: ce la faremo. Anzi: "We shall overcome", promette Giorgio Napolitano che, per la sua professione di ottimismo, mutua le parole del piu' famoso inno dei neri d'America in lotta per i diritti civili al seguito di Martin Luther King. E se l'Italia ce la fara', e' perche' ha riscoperto, il 17 marzo, orgoglio e fiducia. Prima giornata del terzo viaggio americano del Capo dello Stato. Napolitano incontra i rappresentanti della comunita' italoamericana. Diverse associazioni che hanno voluto essere presenti, in queste settimane, per i festeggiamenti per il 150esimo dell'Unita' d'Italia. Teatro dell'incontro un prestigioso albergo nel cuore di Manhattan. Napolitano esordisce con un omaggio ad Obama, con cui ha avuto due incontri nel corso del suo mandato: "Gli sono profondamente grato" per quello che ha detto in occasione della festa del 17 Marzo, spiega. "La sua e' stata una straordinaria proclamazione" tutta puntata su due parole: "Orgoglio e fiducia". Proprio le stesse parole, sottolinea, che sono state al centro del suo discorso di fronte alle Camere riunite, dieci giorni fa. Tra due giorni il Presidente della Repubblica sara' a Ellis Island, simbolo dell'immigrazione italiana in America. "Siamo grati agli Stati Uniti per le opportunita' che ha saputo offrire ai nostri cittadini. Sono un Paese che e' capace di premiare il duro lavoro e di promuovere gli avanzamenti sociali". Anche per questo gli italoamercani continuano a provare "sincero affetto" per il loro Paese d'origine. Come faceva Geraldine Ferraro, la prima donna nella storia americana a far parte di un 'ticket' per la Casa Bianca. Oggi "ne piangiamo la scomparsa", ricorda il Presidente della Repubblica. "Il mondo di oggi e' contrassegnato da opportunita' e sfide", conclude, "i prossimi anni non saranno facili per facili per nessuno, ed in particolare per l'Italia. Ma oggi ho il grande piacere che le celebrazioni per il nostro 150esimo anniversario hanno visto emergere un rinnovato spirito nazionale. Questo il nuovo spirito di orgoglio e fiducia, la rinnovata volonta' di rafforzare la nostra unita' e coesione nazionale sono le condizioni per superare le difficolta' che sono davanti a noi. Si', we shall overcame".

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©