Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Forse ferito anche un italiano, la Farnesina sta verificando

Nave da crociera urta molo a Sharm el-Sheikh, 3 morti


Nave da crociera urta molo a Sharm el-Sheikh, 3 morti
26/02/2010, 10:02


SHARM EL-SHEIKH (EGITTO) - C'è stato molto spavento, questa mattina, su una nave della "Costa Crociere". Probabilmente a causa di un errore di manovra, la nave è arrivata con eccessiva velocità presso il molo di un resort a SHarm el-Sheikh, schiantandovisi contro. Nell'urto sono morti tre marinai e quattro turisti sono rimasti feriti. Secondo le autorità egiziane, i feriti sono tre inglesi e un italiano. Su di lui si sa solo che è stato ricoverato in ospedale e le sue condizioni sono definite "stabili".
Il Ministero degli Esteri ha costituito una unità di crisi alla Farnesina e sta verificando se realmente ci sia un italiano tra i feriti e la sua identità.

IL CONTINGENTE ITALIANO PARTECIPA AI SOCCORSI

Uomini e mezzi della Marina Militare inseriti nel contingente italiano MFO (Multinational Force and Observer) sono impegnati nelle operazioni di soccorso della nave da crociera Costa Europa.
Le operazioni riguardano l’impiego di attrezzature e pompe di esaurimento sommerse per limitare l’ingresso dell’acqua all’interno dello scafo e provvedere alle riparazioni.
Il Decimo Gruppo Navale Costiero fa parte della forza multinazionale costituita a seguito degli accordi di Camp David è al Comando del Capitano di Fregata Giuseppe Platania ed è composto da 78 militari e da tre 3 Unità Navali classe Esploratore (P405 Esploratore - P407 Vedetta - P408 Staffetta) ormeggiate presso la base navale italiana (Coastal Patrol Unit) nel porto di Sharm El Sheikh.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli e Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.