Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Protesta dei Paesi Arabi e dell'Onu

Netanyahu: "Annetteremo la Cisgiordania ed espelleremo i palestinesi"


Netanyahu: 'Annetteremo la Cisgiordania ed espelleremo i palestinesi'
11/09/2019, 09:21

TEL AVIV (ISRAELE) - Ormai è una prova di forza: da una parte le mire imperialistiche ed espansionistiche di Israele; dall'altra parte il diritto internazionale, che Israele da sempre si mette sotto i piedi. Ma arrivare al punto da annettere il territorio di un altro Paese, è una cosa che non capita tutti i giorni. E Netanyahu sta per superare questo confine: per l'ennesima volta ha annunciato che intende annettere ad Israele la Valle del Giordano, dove un terzo della popolazione è formato da ebrei che vivono in insediamenti illegali ma ben fortificati, costruiti sui cadaveri e sulle macerie delle case dei palestinesi. Ma ancora più preoccupante è un'altra frase di Netanyahu, che ha detto che "nemmeno un singolo palestinesi sarà annesso". Poichè nella Valel del Giordano vivono milioni di palestinesi, quale sarà la loro sorte? Verranno semplicemente espulsi, come i loro antenati nel 1948, dopo essere stati privati di tutti i loro beni? Oppure verranno sterminati, come sta succedendo a Gaza? Anche in questo Israele ha una lunga esperienza accumulata nel corso degli anni. 

L'Arabia Saudita ha chiesto una riunione di emergenza della Organizzazione della Cooperazione Islamica, per discutere di questa decisione. Anche l'Onu è intervenuta, attraverso il suo segretario generale, dicendo che questa decisione cancellerà per sempre la possibilità di avere due Stati (che Israele non ha mai voluto e anzi ha sempre osteggiato nei fatti, preferendo lo sterminio lento e sistematico dei palestinesi, ndr). 

Intanto, per giustificare la sua azione, Israele ha lanciato un attacco aereo, colpendo a Gaza con le bombe decine di abitazioni (definite da Israele "obiettivi di Hamas", ma si sa che per Israele tutti i palestinesi fanno parte di Hamas, ndr). La motivazione ufficiale sarebbe un attacco effettuato con due razzi da Gaza contro le città israeliane; razzi che nessuno ha visto e che non hanno fatto danni. Non si conosce ancora il numero delle vittime palestinesi del bombardamento. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©