Dal mondo / America

Commenta Stampa

Il governatore Andrew Cuomo ha avuto l'idea

New York mette in vendita le sue vecchie prigioni

Riempiranno un po' le casse dello Stato

New York mette in vendita le sue vecchie prigioni
28/05/2012, 21:05

NEW YORK (STATI UNITI) - Una vendita del demanio pubblico un po' particolare. New York ha deciso di riempire le casse statali con il ricavato della vendita delle sue vecchie prigioni. Lo Stato ha deciso di vendere a ricchi privati gli istituti carcerari di un tempo. Penitenziari obsoleti e sempre più vuoti iniziano a gravare sul bilancio già in rosso dello Stato di New York. Sono già stati congelati gli stipendi dei dipendenti, mentre i carcerati sono in diminuzione per una serie di fattori, che va dall'aumento della sicurezza alle nuove leggi meno severe sul possesso di droga e ai nuovi programmi per il rilascio con la condizionale di criminali non violenti.
Da qui l'idea del governatore di New York Andrew Cuomo, che ha pensato di mettere in vendita queste proprietà, spesso molto estese e situate in luoghi desolati in mezzo alla natura. Avranno una nuova destinazione e un nuovo nome, ma non si tratta di una novità in America. Già in Massachussetts una vecchia prigione di Boston è diventata il 'Liberty Hotel', con buona pace per le antiche spoglie di un tempo.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©