Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Sei persone ostaggio degli integralisti islamici nel Maghreb

Niger, Al-Qaeda rivendica rapimento inviato ONU


Niger, Al-Qaeda rivendica rapimento inviato ONU
18/02/2009, 10:02

Al-Qaeda nel Maghreb Islamico, l'emanazione in Algeria del network integralista islamico, ha rivendicato questa notte con un audiomessaggio trasmesso dalla televisione satellitare araba al-Jazeera, il rapimento dell'inviato Onu in Niger e di altre cinque persone.

 L'ostaggio è Robert Fowler, diplomatico canadese, inviato Onu in Niger, scomparso a metà dicembre 2008 nei pressi di Karma, a circa quaranta chilometri dalla capitale del Niger, Niamey. Assieme a lui sarebbero ostaggi del gruppo anche Louis Gay, diplomatico canadese che lavora per l'Onu e quattro turisti europei rapiti il 22 gennaio scorso al confine tra Algeria, Mali e Niger. Assieme a Fowler e Gay è stata rapita anche l'autista nigerina.
Al-Qaeda in Maghreb combatte in Algeria contro il governo per l'instaurazione di uno stato islamico. I suoi miliziani si nascondo tra le montagne della regione della Cabilia e tra le dune del deserto al confine tra Algeria, Mali e Niger.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©