Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Nigeria, 84 bimbi uccisi da sciroppo avvelenato, 12 arresti


Nigeria, 84 bimbi uccisi da sciroppo avvelenato, 12 arresti
11/02/2009, 18:02

In dodici sono finiti in manette per avere adulterato con un solvente industriale una partita dello sciroppo 'My pikin' che da novembre a oggi ha causato la morte di almeno 84 bambini nigeriani. I fermati, di cui cinque dipendenti della casa farmaceutica Barewa, rischiano da una multa di circa 2.600 euro (500.000 naira) a 15 anni di galera. Una punizione "esemplare", secondo il direttore generale dell'Agenzia nigeriana per il Controllo della sicurezza alimentare e dei farmaci (Nafdac), Paul Orhii, che ha assicurato che lo Stato risarcira' le famiglie delle vittime. In realta' la legge nigeriana puo' essere molto piu' severa. Per una rapina a mano armata si rischia di finire sul patibolo, mentre chi produce e distribuisce prodotti dannosi va incontro a pene molto piu' leggere. La Nafdac ha ritirato dal mercato locale cinquemila bottiglie dello sciroppo -contaminato da un solvente industriale usato anche come antigelo, il dietilene glicole- e ha lanciato una campagna mediatica e informativa per allertare la popolazione sul rischio d'avvelenamento legato alla partita contraffatta di 'My pikin' (che tradotto nella lingua locale suona come 'Il mio bambino'). Quello del 'My pikin' non e' il primo caso di prodotto adulterato immesso sul mercato nigeriano. Nel 1990, centonove bambini morirono avvelenati da una sostanza simile al dietilene glicole mescolata al paracetamolo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©