Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Attacchi terroristici a Jos al centro del Paese e a nord est

Nigeria: attentati contro due chiese. Sono almeno 9 i morti

Un kamikaze e una sparatoria hanno fatto più di 50 feriti

Nigeria: attentati contro due chiese. Sono almeno 9 i morti
10/06/2012, 17:06

JOS (NIGERIA) - E' una domenica di sangue per i cristiani in Nigeria. Due attacchi terroristici hanno preso di mira due chiese nel centro e nel nord est del Paese provocando almeno 9 morti e una cinquantina di feriti. Il primo attacco è avvenuto nella città di Jos, nello Stato del Plateau, nel centro del Paese, dove un uomo si è fatto esplodere nella sua auto contro una chiesa. Nella deflagrazione sono morti il kamikaze e altre due persone, mentre sono rimasti feriti 41 fedeli. "I feriti sono curati all'ospedale evangelico di Jos" ha dichiarato un portavoce del governo locale Pam Ayuba.
Il secondo attentato è avvenuto a Biu Town nel nord est della Nigeria, ancora una volta davanti a una chiesa. "Tre uomini si sono presentati armati davanti alla chiesa e hanno cominciato a sparare mirando alla gente, prima di dirigersi all'interno continuando a esplodere colpi a raffica. Ci sono diversi morti e feriti" ha detto uno dei testimoni, Hamidu Wakawa, che si trovava in chiesa in quel momento. Secondo il responsabile di un'associazione cristiana, almeno una persona è morta e altre sono rimaste ferite nell'attentato a Biu Town. Il presidente dell'associazione Samson Bukar ha dichiarato che "uomini armati hanno attaccato la chiesa durante la funzione religiosa. Una fedele è stata uccisa e diversi altri sono stati feriti. Due versano in gravi condizioni. Gli aggressori sono fuggiti dopo l'attacco".
Il commissario di polizia Emmanule Ayenei ha informato la stampa che tra i morti vi è anche uno dei kamikaze che si è inserito tra i fedeli durante la messa alla Christ Chosen Charismatic Church e si è fatto esplodere davanti all'altare. "La forte esplosione ha poi provocato il crollo della chiesa - ha aggiunto il commissario -, con l'uccisione e il ferimento di altre persone". ferimento di altre persone". Gli agenti dei reparti anti-sommossa della polizia sono intervenuti con gas lacrimogeni per disperdere la folla che si era riunita sul luogo dell'attentato.
Ancora non ci sono rivendicazioni per i due attentati di questa mattina in Nigeria, ma il particolare dell'attacco a due chiese cristiane fa pensare alla matrice islamica del gruppo terroristico Boko Haram che vuole imporre la sharia nel Paese e che dal 2009 ha intensificato gli attentati contro i responsabili governativi, forze di sicurezza e minoranze cristiane, soprattutto nei pressi delle chiese e durante le funzioni religiose. Il bilancio dell'ultimo attentato compiuto il 3 giugno contro una chiesa cristiana dai Boko Haram è di 15 morti e 40 feriti.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©