Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Nell'attacco sono morti 3 fedeli e 38 sono rimasti feriti

Nigeria: attentato suicida dei fondamentalisti Boko Haram

Nel pomeriggio, la vendetta di giovani cristiani

Nigeria: attentato suicida dei fondamentalisti Boko Haram
26/02/2012, 22:02

JOS (NIGERIA) - Nello stato nigeriano di Plateau, a Jos un terrorista ha lanciato la sua auto contro una chiesa e ha azionato la carica esplosiva uccidendo 3 fedeli e ferendone altri 38. I fondamentalisti islamici nigeriani Boko Haram hanno subito rivendicato la paternità dell'attentato suicida contro la chiesa cristiana di Jos. Un loro portavoce, Abul Qaqa ha detto che "l'attacco fa parte della nostra determinazione a vendicare gli assassini di musulmani degli ultimi dieci anni".
L'attacco da parte degli estremisti islamici non è stato l'unico nella giornata di oggi. Nel pomeriggio è arrivata la vendetta di un gruppo di giovani cristiani, che hanno bloccato una moto con a bordo due musulmani, portati via e picchiati. Uno dei due è morto nel pestaggio. Il bilancio di morti di ieri si va ad aggiungere a lunga lista di attentati tra cristiani e musulmani, l'ultimo dei quali era avvenuto la notte tra venerdì e sabato. Nel nord della Nigeria, alcuni miliziani di Boko Haram avevano attaccato un commissariato di Gombe, capitale dell'omonimo Stato federato, sparando all'impazzata e lanciando bombe a mano. La struttura si è incendiata ed è crollata. Tra le macerie sono rimasti i cadaveri di dieci agenti, mentre non è ancora stata accertata l'identià delle altre quattro vittime, arse vive a bordo della loro auto che si trovava vicino al commissariato.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©