Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Quasi 200 morti e centinai di feriti

Nigeria, durissimi scontri tra Cristiani e Musulmani


Nigeria, durissimi scontri tra Cristiani e Musulmani
19/01/2010, 17:01

NAPOLI - 192 morti e centinaia di feriti; è questo il bilancio dell'ennesimo e cruento scontro tra cristiani e musulmani nella poverissima Nigeria. Motivo della piccola guerra civile esplosa nella città centronigeriana di Jos sarebbe la decisione di costruire una moschea nel quartiere di Nassarawa Gwom (abitato da una maggioranza cristiana). Sia a Jos che nella vicina Buruku era stato imposto il coprifuoco notturno che, presto, si è trasformato in coprifuoco totale.
Nessuno può uscire di casa ma, il trasferimento di circa 300 persone da Nassarawa Gwom in altri luoghi meno "caldi" per ragioni di sicurezza, pare non aver contribuito a migliorare la situazione.
Gli equilibri sociali nello stato Nigeriano sono da sempre molto difficili da gestire; data la presenza di oltre 200 etnie diverse e la forte presenza (ed ostilità reciproca) di cristiani e musulmani. I primi sono maggiormente diffusi nel sud del paese, mentre, i secondi, popolano soprattutto la zona settentrionale. Nel centro (e quindi proprio a Jos e dintorni) i gruppi si fondono e si trovano a dover convivere fianco a fianco; spesso con risultati disastrosi.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©