Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Ministro Terzi: “ Difendere l’incolumità dei prigionieri”

Nigeria: Gruppo islamico Ansaru rivendica sequestro


Nigeria: Gruppo islamico Ansaru rivendica sequestro
18/02/2013, 16:39

ROMA – E’  il gruppo integralista islamico Ansaru responsabile del rapimento in Nigeria dei sette lavoratori dove è rimasto coinvolto anche  l'ingegnere italiano, Silvano Trevisan.
A rivendicare il sequestro è lo stesso gruppo che ha rilasciato un comunicato divulgato  ai media.
Il gruppo dice di avere in ostaggio sette persone, tra cui dei libanesi e persone europee che lavorano per Setraco, l’impresa di costruzioni libanese.
Per la precisione Ansaru viene definita una fazione della setta islamica radicale Boko Haram.
Il sequestro è stato motivato “Sulla base delle violazioni e delle atrocità commesse nei confronti della religione di Allah dai paesi europei, in diversi luoghi tra cui l'Afghanistan e il Mali”, cita il comunicato.
L’ultimo documento rilasciato, a differenza  del precedente sequestro avvenuto a dicembre dove fu usata la lingua haussa, linguaggio in uso in Africa occidentale e centrale, è stato scritto in inglese.
Intanto, dalla Farnesina fanno sapere che la priorità delle azioni diplomatiche sarà  l'incolumità degli ostaggi.
Infatti, il ministro degli Esteri ha affermato a Bruxelles: “Stiamo seguendo la situazione con le autorità nigeriane e con gli altri paesi, in particolare coi ministri degli esteri greco e britannico. Non abbiamo notizie dirette successive al momento del sequestro, ma stiamo dando la massima attenzione con tutti gli organismi dello stato che si occupano di queste vicende”, ha tranquillizzato Giulio Terzi.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©