Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

NIGERIA: IL MEND ACCUSA L'ESERCITO DI AVER SPARATO CONTRO I CIVILI


NIGERIA: IL MEND ACCUSA L'ESERCITO DI AVER SPARATO CONTRO I CIVILI
19/01/2009, 14:01

L'esercito nigeriano nega di aver sparato indiscriminatamente sui civili durante un'operazione condotta nella zona del delta del Niger lo scorso venerdì.

I militari hanno attaccato tre villaggi nello stato meridionale nigeriano di Rivers, spiegando, però, che l'attacco era finalizzato a demolire un campo di addestramento di militanti del Mend, non per salvare i due inglesi rapiti lo scorso settembre. Stando alle informazioni diffuse, l'attacco avrebbe causato diverse vittime civili. In una mail inviata ai giornalisti, che l'esercito governativo ha definito "pura propaganda", i militanti del Movimento per l'Emancipazione del Delta del Niger (Mend) hanno raccontato che i militari: "Hanno iniziato a sparare a civili indifesi e innocenti che non avevano idea del motivo per cui si trovavano sotto attacco. Non rischieremmo mai le vite degli ostaggi. Sappiamo bene come condurre questo tipo di operazioni", ha dichiarato il colonnello Sagir Musa. A causa delle severe limitazioni imposte ai giornalisti dai militari è però molto complesso ricostruire l'effettiva dinamica dell'accaduto.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©