Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Kaduna, l'area più colpita con circa 50 vittime

Nigeria, scontri post elettorali, 200 morti e 400 feriti

Il presidente Jonathan rivolge un appello di pace

Nigeria, scontri post elettorali, 200 morti e 400 feriti
20/04/2011, 18:04

In Nigeria a causa degli scontri postelettorali, secondo quanto riporta una Ong, sono stati registrati oltre 200 morti. La Croce Rossa riferisce che i profughi sono 40mila, mentre i feriti sono oltre 400. Kaduna risulta l'area più colpita con una cinquantina di vittime. E' infatti la roccaforte del musulmano Muhammadu Buhari, il leader del CPC che non ha riconosciuto la vittoria alle presidenziali del cattolico meridionale Gooluck Jonathan (People's Democratic Party, PDP). Nella giornata di lunedì i disordini si sono intensificati nelle città settentrionali di Kanu, Kaduna, Minna, Zaria, Sokoto. Altri episodi di violenza si sono verificati martedì in zone rurali e nei villaggi. Il presidente Jonathan ha rivolto un appello per la pacificazione nazionale. " Gli scontri non sono di natura etnica , geopolitica, religiosa, ma sono il frutto della strumentalizzazione di chi non vuole accettare il risultato elettorale", ha dichiarato.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©