Dal mondo / America

Commenta Stampa

NRA: "Uomini armati nelle scuole"

Rotto il silenzio dopo la strage di Newtown

NRA: 'Uomini armati nelle scuole'
22/12/2012, 10:37

NEW YORK – Difendere dalle armi con le armi. Questo è il succo del discorso con cui la National Rifle Association (NRA), la maggiore lobby americana delle armi, ha rotto il silenzio dopo la strage di Newtown attraverso una conferenza stampa.

A parlare è stato Wayne LaPierre, vicedirettore della NRA, che ha detto: “L’unica cosa che ferma un cattivo con una pistola è un buono con una la  pistola”. La dichiarazione ha suscitato non poche polemiche sia dai cittadini che dagli esponenti del mondo politico. Infatti, il Governo americano si è impegnato nell’approvare entro gennaio alcune misure restrittive per limitare l’uso di armi.

LaPierre ha invece chiesto, durante la conferenza stampa, di approvare un nuovo provvedimento che garantisca la presenza di agenti armati in ogni scuola al fine di assicurare la sicurezza dei bambini e degli insegnanti. Ha inoltre presentato il nuovo progetto “National School Shield” che aiuta le scuole che vogliono occuparsi della sicurezza in maniera autonoma.

Il sindaco di New York, che sta guidando una protesta di primi cittadini contro il mercato delle armi si è espresso sulla conferenza stampa in questi termini: “Il discorso di LaPerre è una vergognoso fuga dalle responsabilità per la crisi davanti al Paese”.

Commenta Stampa
di Claudia Annunziata
Riproduzione riservata ©