Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Chiusi molti aeroporti in Spagna

Nube in Islanda, cancellati 5000 voli in Europa


Nube in Islanda, cancellati 5000 voli in Europa
08/05/2010, 12:05

BRUXELLES - La cenere proveniente dal vulcano islandese in eruzione sta colpendo un'ampia parte dello spazio aereo dell'Europa occidentale, e ha costretto o sta costringendo alla chiusura di vari aeroporti nel Nord del Portogallo, nel Nord della Spagna e nel Sud della Francia, in un'area compresa tra la costa ovest della penisola iberica e Marsiglia.E' il dato diffuso da Eurocontrol, l'organismo Ue di coordinamento della sicurezza aerea europea, il quale precisa che oggi sono attesi 25.000 voli contro i 30.342 di ieri, che corrispondono ai livelli normali di traffico. L'organismo avverte infine che la situazione sta comportando ritardi anche sostanziali ai voli di transito da Oltreoceano che si trovano costretti a lunghe deviazioni per evitare le zone a maggior concentrazione di cenere. Già questa mattina l'authority per la sicurezza aerea spagnolo, l'Aena, ha annunciato la chiusura fino alle 14 degli aeroporti di Santiago de Compostela, La Coruna, Vigo, Asturias, Santander, Burgos, Valladolid e Leon. La nube ha raggiunto la Spagna nel corso della notte, e ha raggiunto anche una piccola parte del Portogallo settentrionale. Tra sabato e domenica, avvertono i meteorologi spagnoli, potrebbe spostarsi verso il Mediterraneo arrivando fino anche all'Italia. Ieri l'authority di sicurezza aerea irlandese, la Iaa, aveva già avvertito che nei prossimi giorni potranno esserci continue perturbazioni del traffico aereo.

In effetti, le autorità islandesi da Reykjavik hanno fatto sapere che dal ghiacciaio Eyafjallajokull sta penetrando più acqua di fusione nel cratere del vulcano, e questo provoca nuove esplosioni interne al vulcano al momento in cui l'acqua si mescola al magma. Questo a sua volta provoca una nube di fumo e cenere che può raggiungere una quota tra i 4 e i 9 chilometri.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©