Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Kerry: "Ancora grandi distanze da colmare"

Nucleare, Iran: "Senza accordo negoziati estesi per un anno"

Netanyahu: "Meglio nessun accordo che un accordo cattivo"

Nucleare, Iran: 'Senza accordo negoziati estesi per un anno'
23/11/2014, 12:18

VIENNA (AUSTRIA) - “L'Iran sta riflettendo sulla possibilità di prolungare i negoziati sul nucleare da sei fino a dodici mesi se non sarà raggiunto questa sera un accordo politico”. Una fonte diplomatica iraniana a Vienna ha reso nota la notizia secondo la quale l’Iran potrebbe decidere di prolungare i negoziati con il 5+1 sul nucleare qualora nei colloqui in corso non venisse raggiunto un accordo politico in merito a tale questione entro questa sera. “Siamo determinati a raggiungere un accordo politico entro stasera, che definisca dettagli e allegati, ma – ha spiegato la fonte – se non ci riusciamo, la soluzione a cui pensiamo è un’estensione dell’accordo di Ginevra e questo potrebbe essere per un periodo tra i sei mesi e un anno. Dobbiamo assolutamente evitare un clima di scontro con escalation da una parte o dall’altra”.

Il segretario di Stato degli Usa, John Kerry, infatti, aveva parlato di “cauti progressi ma ancora con grandi distanze da colmare”, su cui si sta lavorando. Il premier israeliano Benyamin Netanyahu, intanto, in apertura della seduta del Consiglio dei ministri, ha commentato: “Meglio che non si raggiunga alcun accordo, piuttosto che si raggiunga un accordo cattivo che minaccerebbe Israele, il Medio Oriente e l'umanità intera”. Secondo il premier israeliano è necessario evitare che l’Iran si affermi sulla scena internazionale come una potenza nucleare. “Non c’è ragione – ha detto Netanyahu - che detenga migliaia di centrifughe, che le consentono di arricchire uranio per realizzare una bomba atomica in breve tempo”.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©