Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

La nave è stata finanziata dal primo ministro della Malesia

Nuovo attacco di pirateria israeliana contro una nave carica di aiuti


Nuovo attacco di pirateria israeliana contro una nave carica di aiuti
16/05/2011, 14:05

GAZA (PALESTINA) - Ancora un attacco di pirateria internazionale eseguito da una nave da guerra israeliana, coadiuvata da una egiziana. Obiettivo dell'attacco la "Spirit of Rachel Corrie" (in memoria di una pacifista statunitense, giunta nei Territori Occupati con lo scopo di aiutare i palestinesi e volontariamente schiacciata sotto i cingoli di un bulldozer d un soldato israeliano), una nave carica di aiuti umanitari proveniente dalla Malesia e sponsorizzata dal Primo Ministro di quel Paese e diretta a Gaza. La nave israeliana ha attaccato in acque internazionali, facendo ripetutamente fuoco contro la nave malese; dopo di che ne ha bloccato l'avanzata buttando vicino alle eliche una rete da pescatori. Per fortuna nessuno dei passeggeri della nave (per lo più pacifisti e giornalisti di diverse nazioni è rimasto ferito, anche se la nave è stata perforata in più parti dai numerosi proiettili sparati.
La "Spirit of Rachel COrrie" ora è stata affidata alla nave egiziana, che la sta riportando in un porto egiziano, dopo aver garantito agli israeliani che verranno arrestati tutti i pacifisti egiziani che cercheranno di avvicinarsi alla nave.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©