Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Ma lui si dichiara innocente

Nuovo mandato di arresto per stupro per l'inventore di Wikileaks


Nuovo mandato di arresto per stupro per l'inventore di Wikileaks
18/11/2010, 11:11

STOCCOLMA (SVEZIA) - Ancora una volta il Pubblico Ministero svedese Marianne Ny chiede un mandato d'arresto per Julien Assange, inventore di Wikileaks, con l'accusa di stupro, molestie sessuali e coercizione nei confronti di due donne. Già il procuratore Ny l'aveva fatto ad agosto, ma il mandato d'arresto era stato cancellato dopo poche ore, dato che gli indizi erano troppo deboli. Assange ha ammesso di aver incontrato le due donne che lo accusamo, ma ha specificato che non c'è stata alcuna violenza.
In realtà è da tempo che l'ideatore di Wikileaks denuncia di essere stato preso di mira dal Pentagono per il fatto di avere pubblicato centinaia id miglia di file che riguardavano la guerra in Iraq e quella in Afghanistan. E non è difficile immaginare che, per le risorse gli uno Stato come gli Stati Uniti, dovrebbe essere facile montare uno scandalo - più o meno vero - in modo da distruggere la reputazione di una persona che dà fastidio. E distruttane la reputazione, perdono di valore anche i documenti segretati dal governo Usa e resi pubblici dall'australiano

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©