Dal mondo / America

Commenta Stampa

Ormai declassato a tempesta tropicale, il pericolo è ridotto

NY: l'uragano Irene lascia 18 morti e 6 milioni di persone senza elettricità


NY: l'uragano Irene lascia 18 morti e 6 milioni di persone senza elettricità
29/08/2011, 09:08

NEW YORK (USA) - Alla fine, c'è stata tanta paura ma danni relativamente bassi, per il passaggio di un uragano. SI calcolano 18 morti, finora, molti dei quali uccisi da alberi o rami abbattuti dal vento. I danni non sono stati ancora quantificati, L'unico dato confortante è stato che solo una delle centrali nucleari lambite dall'uragano si è spenta, per precauzione, nel Maryland. Nonostante questo, si stima che oltre 6 milioni di persone siano rimaste senza luce, per i danni fatti non tanto alle centrali quanto ai cavi elettrici aerei (il vento ha spezzato o strappato fili ad alta tensione e pali di sostegno).
A New York, per cui c'è stata l'evacuazione di 370 mila persone e il coprifuoco durante il passaggio dell'uragano, già in piena notte molte persone sono uscite sotto la pioggia che ancora cadeva, quasi a sfidare la coda dell'uragano in allontanamento. Al punto che uno dei parchi cittadini è stato chiuso per eccesso di joggers, che l'hanno subito invaso.
Nel frattempo, Irene sta perdendo umidità e quindi potenza, tanto da essere stato declassato a tempesta tropicale, con venti sotto gli 80 Km/h: insomma, un vento forte, ma non tanto preoccupante.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©