Dal mondo / America

Commenta Stampa

Ci sarà anche una porta per l'Usb

NY: si cambiano taxi, sempre gialli ma più spaziosi e con pc

Corrono i tempi e si rifanno il look

NY: si cambiano taxi, sempre gialli ma più spaziosi e con pc
04/04/2012, 17:04

NEW YORK - Più spazioso e attrezzato con computer portatili e porta Usb, per rendere la corsa più piacevole. I taxi di New York corrono con i tempi e si rifanno il look, mantenendo però una costante: il colore giallo. I nuovi taxi, i minivan NV 200 di Nissan, sono stati presentati ufficialmente al Salone dell'auto di New York, dopo essere stati esposti al pubblico con degli stand nei pressi del Flatiron District per settimane. Le nuove vetture correranno nelle vie della città dal 2013. Il nuovo modello di taxi avrà più spazio tra i sedili posteriori, tettuccio panoramico, porte scorrevoli per un'apertura più facile, porta Usb per ricaricare cellulari e computer portatili nonché una presa elettrica da 12 volt. Il taxi del futuro sarà inoltre attrezzato con sedili rivestiti con materiale antibatterico e illuminazione persino del pavimento. La nuova vettura che sarà in mostra al centro congressi Javits Center fino al 15 aprile sarà in grado di percorrere oltre diecimila km di strade anche piene di buche della città. I newyorkesi potranno salire sulla nuova vettura a partire dall'autunno del 2013. Il minivan della Nissan, che avrà un costo di quasi 30mila dollari, ha battuto la Ford che fabbrica i Crown Victoria, i tradizionali taxi della città, e la turca Karsan. La casa automobilistica giapponese ha stipulato un contratto decennale con l'amministrazione comunale e produrrà oltre 15mila modelli per un totale di un miliardo di dollari in ricavi. Dopo aver provato il nuovo taxi, il sindaco Michael Bloomberg ha esclamato: «Fantastico». Attualmente New York ha una flotta di 13mila e 237 vetture, quattromila delle quali sono ibride. Il colore giallo è diventato quello ufficiale per i taxi della Grande Mela nel 1967. In media un taxi dura dai tre ai cinque anni, dopo di che va sostituito.

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©