Dal mondo / America

Commenta Stampa

Tanti i punti affrontati al summit portoghese

Obama, Lisbona: è stato un vertice produttivo


Obama,  Lisbona: è stato un vertice produttivo
21/11/2010, 10:11

LISBONA – Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama, ha chiuso i lavori del vertice NATO di Lisbona, le sue prime battute sono state: "È stato un vertice produttivo. Nella Nato c'è unità sulla strategia di transizione in Afghanistan, anche oltre il 2014. Sulla riduzione delle armi nucleari il trattato firmato con Medvedev ha l'appoggio dei paesi dell'Est, quelli che più temevano la Russia".
Tanti i temi trattati nel summit portoghese, come la "strategia della transizione". E nel colloquio con Karzai ieri, che "ha avuto toni aspri". Ha aggiunto: "Il presidente afgano deve capire che il contribuente americano è stufo di vedere sparire i suoi dollari a Kabul nei rivoli della corruzione". In quanto agli alleati, nella dichiarazione comune è scritto che "la transizione sarà legata alle condizioni sul campo, non dettata sul calendario”, quindi gli Stati Uniti D'America non saranno lasciti soli in Afghanistan. Le decine di migliaia di truppe che resteranno in Afghanistan anche dopo il 2014 il cui compito sarà di assistere e formare il nuovo esercito afghano. Altro punto fondamentale del convegno è stato il rapporto tra America e Russia, questo di Lisbona è il primo summit Nato in cui torna a presiedere un presidente della Russia. Altro punto saliente, sono i rapporti con alcuni paesi est europei ex-comunisti quali l'Ungheria, la Lettonia, la Bulgaria, e su questo tema Obama afferma: "Proprio loro  per la storia passata potrebbero diffidare della Russia, e ci incoraggiano a ratificare lo Start per procedere con le ispezioni sugli arsenali russi". Ed avverte i suoi avversari repubblicani "Non si guadagnano punti nella contesa politica giocando con la sicurezza del mondo".

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©