Dal mondo / America

Commenta Stampa

Si pronuncia anche su temi di politica estera

Obama: "2014 sarà l’anno della svolta". Sfida il Congresso


Obama: '2014 sarà l’anno della svolta'. Sfida il Congresso
29/01/2014, 17:45

USA- " Il 2014 sarà l’anno della svolta". Queste le parole con cui il presidente americano Obama sfida il Congresso nel suo Discorso sullo stato dell’Unione. La parola d’ordine  è lottare contro le disuguaglianze.

"L’America non resterà con le mani in mano, e tantomeno io – afferma Obama – Tutte le volte che potrò creare maggiori opportunità per gli americani aggirando l’iter legislativo, lo farò”. "Nelle prossime settimane – aggiunge – firmerò un ordine esecutivo che imporrà alle agenzie federali di versare ai loro dipendenti uno stipendio di almeno 10 dollari e dieci centesimi l’ora. Chi cucina per le nostre truppe, non dovrebbe vivere in povertà”.

Il presidente americano si pronuncia anche su temi di politica estera: "Con la fine della guerra in Afghanistan, questo deve essere l’anno in cui il Congresso cancelli le ultime restrizioni al trasferimento dei detenuti e chiuda Guantanamo. La lotta al terrorismo non si fa soltanto con l’intelligence e le azioni militari, ma anche restando fedeli ai nostri valori costituzionali”.

Commenta Stampa
di Flavia Stefanelli
Riproduzione riservata ©