Dal mondo / America

Commenta Stampa

Usa 2012: secondo Washington Post i due candidati sono pari

Obama e Romney, corsa all'ultimo voto per la casa Bianca

Testa a testa, si deciderà tutto il 6 novembre

Obama e Romney, corsa all'ultimo voto per la casa Bianca
10/07/2012, 20:07

NEW YORK - Il mese di luglio è iniziato negli Stati Uniti con le battaglie su occupazione, sanità e tasse, sulla scia della decisione della Corte Suprema sull'Obamacare e con la richiesta del presidente al Congresso di nuovi sgravi fiscali, ma non per i più ricchi; con una guerra a colpi di spot - e di donazioni raccolte - tra i due rivali per la Casa Bianca, a quattro mesi dalle elezioni. L'impatto sulla corsa presidenziale? Apparentemente nullo, commenta il Washington Post. Secondo l'ultimo sondaggio condotto dal quotidiano della capitale e da Abc News, il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, e il candidato repubblicano, Mitt Romney, sono appaiati nelle preferenze, ciascuno con il 47% dei favori tra gli intervistati. Un dato, sottolinea il Washington Post, praticamente identico a quello registrato a fine maggio: secondo il quotidiano, i due candidati sono destinati a un testa a testa fino al 6 novembre, giorno delle elezioni. I risultati del sondaggio sottolineano la polarizzazione ormai presente negli Stati Uniti: circa nove repubblicani su dieci sostengono Romney e una percentuale simile di democratici è in favore di Obama; inoltre, soltanto una parte piuttosto bassa di votanti ha dichiarato che esistono “buone possibilità” che possa cambiare opinione sui candidati prima di novembre. Per questo, le due campagne elettorali puntano all'affluenza, che potrà essere il fattore decisivo. La differenza tra i votanti dei due candidati, ma questa non è una novità, sembra essere nella motivazione: il 75% dei sostenitori di Obama ha dichiarato di votare per lui, mentre il 59% di chi sosterrà Romney lo farà “contro” il presidente in carica. 

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©