Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

"Meno censura per Internet"

Obama in Cina contro l'ambiente


Obama in Cina contro l'ambiente
16/11/2009, 12:11

PECHINO - Barack Obama è arrivato ieri in Cina, nel corso del suo viaggio nella parte più orientale dell'Asia. Dopo il Giappone, Singapore e il Myanmar (ex Birmania), è toccato al gigante asiatico, a cui il presidente statunitense si è presentato con una mano tesa: la promessa che nessun impegno sul controllo delle emissioni inquinanti verrà preso al prossimo incontro che si terrà a Copenaghen tra poche settimane.
Inoltre, nell'incontro avuto con circa 400 studenti cinesi, Obama ha ricordato che la Cina necessita di maggiore accesso ad Internet per la sua popolazione, e che il governo dovrebbe tutelare maggiormente i diritti dei suoi cittadini. Ma durante la cena che questa serà vedrà l'incontro tra Obama e il presidente cinese Hu Jin Tao, sono in molti a scommettere che si parlerà del ruolo della Cina come finanziatore del debito pubblico statunitense, che è la cosa che in questo momento preoccupa gli USA, più che dei diritti dei cinesi. Infatti la Cina, negli ultimi tempi, ha investito grosse cifre in buoni del Tesoro USA. Se decidesse di disimpegnarsi, potrebbe costringere la FED statunitense ad aumentare il tasso di interesse di detti titoli, per riuscire a piazzarli con rapidità.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©