Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Seconda tappa del viaggio in Asia per il presidente Usa

Obama in Indonesia, impegnati 9000 agenti


Obama in Indonesia, impegnati 9000 agenti
09/11/2010, 12:11

Con l'arrivo di Barack Obama in Indonesia si è concluso il suo viaggio in India. Una visita di tre giorni con l'obiettivo di rafforzare le relazioni commerciali e la cooperazione nell'antiterrorismo tra i due Paesi. In Parlamento il presidente degli Stati Uniti ha dato il suo sostegno per la candidatura dell'India a membro permanente del Consiglio di Sicurezza dell' Onu.
Per giovedì è previsto al summit del G20 a Seul l'incontro di Obama con il premier indiano Manmohan Singh. I media locali riferiscono che la polizia indonesiana è contraria a manifestazioni contro la visita del presidente Usa a causa della situazione difficile del Paese per i disastri naturali recenti, dal terremoto all'eruzione del Merapi allo tsunami. Novemila gli agenti  impegnati, infatti, per coordinare il piano di sicurezza con l'Esercito.
A Bandung ci sono state alcune dimostrazioni contro la visita nelle scorse settimane e sono previste otto manifestazioni a carattere locale nella capitale, tra cui quella a sostegno di Aung San Suu Kyi, il premio Nobel per la pace finito agli arresti domiciliari in Birmania.
In Indonesia Obama non è così popolare come in Kenya anche se lì da bambino ha vissuto per quattro anni.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©