Dal mondo / Africa

Commenta Stampa

Gli Usa sostengono il popolo egiziano

Obama, interviene riguardo la guerriglia egiziana.

Necessarie nuove riforme politiche ed economiche

Obama, interviene riguardo la guerriglia egiziana.
29/01/2011, 09:01

Barack Obama in un breve discorso dalla Casa Bianca, venerdì sera, interviene direttamente sulla situazione egiziana, dopo le raccomandazioni di Hillary Clinton al governo egiziano di rispettare i diritti universali della libertà d'espressione, associazione del popolo egiziano.
Il Presidente degli Stati Uniti d'America, inizia il suo discorso raccontando di aver parlato a telefono con Hosni Mubarak, consigliandogli di non usare la forza contro i dimostranti, sostenendo che la prima preoccupazione è di evitare altri ferimenti e perdite di vita.
''Gli Usa sostengono il diritto di libera associazione e la liberta' di esprimersi in Egitto, come in tutto il mondo: tutti i governi hanno il dovere di governare sulla base del consenso''.
Obama, oltre a schierarsi dalla parte del popolo egiziano, ha chiesto al governo riforme politiche, economiche, sociali, necessarie per migliorare le condizioni di questo popolo, in rivolta contro quei poteri inamovibili, pieni di privilegi, che soffocano da troppi anni le esigenze della società civile.
Una rivoluzione nata dalla coscienza dei giovani, che frequentano il popolo dei social network e si vedono troppo distanti dalla gioventù coetanea di altre parti del mondo.

 

Commenta Stampa
di Zaccaria Pappalardo
Riproduzione riservata ©