Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

OBAMA: "L'EUROPA CONDIVIDA CON NOI IL FARDELLO AFGHANISTAN"


OBAMA: 'L'EUROPA CONDIVIDA CON NOI IL FARDELLO AFGHANISTAN'
25/07/2008, 18:07

 

Barack Obama ha concluso la sua visita a Berlino: il candidato democratico alle presidenziali Usa ha lasciato l'aeroporto di Tegel con destinazione Parigi alle ore 14:20, locali e italiane, a bordo del suo aereo privato già ribattezzato Obama-Force One o O-Force One. Una delle priorità del senatore dell'Illinois è stata far capire ai governi europei che devono impegnarsi più energicamente accanto agli Stati Uniti nella guerra al terrorismo, soprattutto in Afghanistan, dove è necessario "dividere il fardello". Dopo avere citato i tre leader di governo visti in queste ore in Europa (il cancelliere tedesco Angela Merkel, il presidente francese Nicolas Sarkozy e il premier britannico Gordon Brown), Obama ha aggiunto che "l'America vuole lavorare con questi Paesi", in modo da "diminuire il peso del fardello" che grava sulle spalle degli Stati Uniti. Il senatore dell'Illinois ha spiegato che ciò avrebbe un effetto positivo sull'economia americana, colpita dalla crisi dei mutui. "Se ci saranno più truppe Nato in Afghanistan - ha detto Obama - a lungo termine ci saranno meno americani e spenderemo meno dollari, permettendoci di fare sgravi fiscali alle famiglie della middle class" e cioè le più colpite dalla crisi.

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©