Dal mondo / America

Commenta Stampa

Il presidente americano parla della guerra

Obama: "Usa stanchi della guerra"


Obama: 'Usa stanchi della guerra'
22/09/2009, 09:09


"Gli Usa stanchi della guerra. A questo punto dobbiamo avere una strategia coerente che funzioni. Devo far sì che ne valga il sacrificio prima di decidere ulteriori dislocamenti di truppe". Sono le parole del presidente degli Stati Uniti Barack Obama ospite del programma Cbs "Late Night Show" di David Lettermann, proprio alla vigilia del suo debutto alle Nazioni Unite dove oggi apre il vertice sul clima. Il presidente iraniano rivolgendosi agli Stati Uniti ha detto: "Le truppe straniere se ne devono andare dall'Iraq e dall'Afghanistan".  Ma soprattuto è stata la prima volta che un presidente americano in carica è entrato nello studio di David Letterman: "Ha detto di sì, senza pensarci, proprio come Bush ha fatto con l'Iraq", ha spiegato Obama a Letterman che gli ha chiesto di spiegare la sua posizione sul'Afghanistan dopo il rimpallo di notizie sull'urgenza di rinforzi contenuta nel rapporto del comandante in area Stanley McChrystal: "La gente che ha ucciso 3.000 americani era basata in Afghanistan. Sono stati ricacciati nelle montagne ma sono ancora lì. Sono indeboliti, ma sono ancora lì", ha risposto il presidente, che ha confermato però la sua intenzione di una pausa di riflessione prima di decidere sull'invio di rinforzi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©