Dal mondo / America

Commenta Stampa

Pressato dalla critiche del proprio partito

Obamacare: Barack corregge la riforma

Messo alla berlina anche dai sondaggi

Obamacare: Barack corregge la riforma
15/11/2013, 10:10

ROMA -  Barack Obama fa un passo indietro e corregge il tiro sulla sua travagliata riforma sanitaria,   pressato anche dalle critiche che si levano nelle stesse fila del Partito Democratico: i cittadini che lo desiderino potranno mantenere per un anno ancora, fino a tutto il 2014, i piani sanitari che sarebbero stati invece rinnovati o cancellati in base agli standard della Obamacare, la riforma sanitaria fortemente voluta dallo stesso presidente americano.  Messo alla berlina anche dai sondaggi (il 59% degli americani, secondo l'ultima rivelazione, si dichiara insoddisfatto di quello che doveva essere il fiore all'occhiello del suo mandato presidenziale), Obama corre ai ripari: "Non risolverà i problemi di tutti, ma aiuteràmolte persone", ha detto il presidente ai reporter convocati alla Casa Bianca.  "Vogliamo fare tutto il possibile per aiutare gli americani che hanno ricevuto un avviso di cancellazione (della loro polizza assicurativa)". Da quando la legge e' stata promulgata, Obama è i suoi collaboratori si erano prodigati nel ripetere che, se soddisfatti, i cittadini potevano mantenere i loro piani assicurativi sanitari; e invece si e' scoperto cha l'Obamacare stabilisce una serie di standard minimi e, se un'assicurazione non li rispetta, a partire dal 2014 deve essere rimpiazzata da un'altra, spesso più costosa, tra quelle offerte nel nuovo mercato aperto dallo scorso primo ottobre. Con l'annuncio odierno, i cittadini potranno invece mantenere i loro piani, se lo desiderano, almeno per tutto il 2014.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©