Dal mondo / America

Commenta Stampa

"I rapporti con l'Asia non si interromperanno"

Obama:Per fine anno tutte le truppe lasceranno Iraq

A gennaio nuovi accordi per assicurare sostegno e aiuti

Obama:Per fine anno tutte le truppe lasceranno Iraq
21/10/2011, 19:10

Le parole del presidente degli Stati Uniti Barack Obama, attese e sperate da molto tempo sono finalmente risuonate dai microfoni della Casa Bianca :” Tutte le rimanenti truppe lasceranno l’Iraq entro la fine dell’anno, dopo nove anni, la guerra è finita”. La lieta notizia è arrivata al termine di una videoconferenza che del Presidente Obama con il premier iracheno Nuri al Maliki.
Prima della comunicazione ufficiale di tale decisone alcune polemiche erano sorte circa la possibilità che un numero tra i 3.000 e 10.000 militari americani dovessero rimanere di stanza in Asia con il compito di addestrare le forze di sicurezza irachene. Ma il Obama ha continuato nel suo discorso dicendo:” Da candidato l’avevo promesso, quando mi sono insediato ho varato una nuova strategia per ridurre il numero di soldati in Iraq e Afghanistan . Oggi posso confermare che tutti torneranno a casa per le festività di fine anno”.
Tutto questo però non deve far pensare ad un’interruzione dei rapporti tra i due paesi che come ha ricordato Barack è da sempre “ basata sul reciproco rispetto e comprensione tra due nazioni sovrane”. Ma al contrario, nonostante l’azione militare americana in Iraq stia per finire “dal primo gennaio continueranno le discussioni” che porteranno ad un accordo che assicuri un aiuto da parte degli Stati Uniti all’Iraq soprattutto nel primo periodo in cui l’Iraq dovrà affrontare giorni difficili.

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©