Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

“Inadeguata la mia condotta sessuale”

O’Brien :“Chiedo scusa a quanti ho offeso”

Ammissione di colpa e scuse dell’arcivescovo di Scozia

O’Brien :“Chiedo scusa a quanti ho offeso”
04/03/2013, 10:15

CITTA’ DEL VATICANO – A pochi giorni dalle dimissioni dell’Emerito Papa Benedetto XVI, il Vaticano sembra non trovare pace.
Dopo l’allontanamento volontario dell’ex primate di Scozia Keith O’Brien, il quale aveva deciso di autosospendersi e di non partecipare al Conclave, arriva la sua ammissione di colpevolezza all’interno di un comunicato: “ La mia condotta sessuale è scesa al di sotto degli standard che ci si doveva aspettare da me come prete, arcivescovo e cardinale”.
Giungono, così, le confessioni e le scuse da parte dell’arcivescovo di St. Andrews ed Edimburgo: “Chiedo scusa a quanti ho offeso, chiedo scusa alla Chiesa e agli scozzesi”, si legge.
Dettagli sconvenienti e preoccupanti sono stati rivelati dal settimanale del Guardian che aveva pubblicato le denunce a carico di O’Brien da parte di tre sacerdoti e di un ex prelato.
Le molestie sessuali, di cui si rendeva scandalosamente protagonista
l’ arcivescovo, risalgono agli anni Ottanta quando O’Brien seguiva i seminaristi come direttore spirituale. Gli abusi avvenivano durante i momenti di preghiera serali o durante incontri mistici.
L’uomo, di 74 anni, ha dovuto anticipare le dimissioni per non accentuare l’attenzione su di sé in prossimità del Conclave e della nomina del successore di Pietro.
Intanto, le notizie si rincorrono e vengono fuori anche le dichiarazioni di chi è stato vittima della deplorevole condotta dell’ex primate di Scozia.
L’ex seminarista, che subì le violenze del vescovo, ha dichiarato in un’intervista di essere deluso dalla mancanza di integrità nella Chiesa cattolica.
Il Cardinale, da un’ iniziale difesa alle accuse anonime, ha stravolto il proprio comportamento ammettendo la sua colpa: “ Negli ultimi giorni le accuse nei miei confronti sono state rese pubbliche. Tuttavia, in un primo momento, la loro natura non specifica e anonima mi ha portato a contestarle. Ora voglio cogliere questa opportunità per ammettere che ci sono stati momenti in cui la mia condotta sessuale è caduta al di sotto degli standard”, un dietrofront cha fa riflettere alla luce di ciò che da tempo era stato taciuto, ma che adesso non può più essere nascosto.

.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©