Dal mondo / America

Commenta Stampa

Vince nei casinò per donare i soldi a chi ne ha bisogno

Oggi Robin Hood agisce a Las Vegas


Oggi Robin Hood agisce a Las Vegas
29/12/2009, 14:12

LAS VEGAS - Kurt e Megan Kegler sono una coppia che conduce una vita onesta, lavorando regolarmente. Vivono a Detroit, in una roulotte. La sistemazione non è delle più comode, ma è necessaria per assistere la loro figliola, di 3 anni, ammalata di un cancro al cervello. E' una malattia che l'assicurazione medica di base statunitense non contempla, e quindi i coniugi sono costretti a provvedere alle spese mediche necessarie, che sono costosissime. Così si erano indebitati per oltre 35 mila dollari, una cifra quasi impossibile per loro da restituire. Qualcuno gli ha dato l'imbeccata giusta e i due hanno contattato via Internet "Robin Hood 702", chiedendo aiuto. Questa persona, la cui identità è ignota, aiuta le persone in difficoltà economica. E così un giorno i coniugi Kegler hanno ricevuto un messaggio in cui li si avvisava che la loro richiesta era stata accolta, con i biglietti per il viaggio aereo fino a Las Vegas. All'aeroporto una Rolls Royce li ha aspettati per portarli in albergo. E qui, insieme a "Robin Hood" sono andati al casinò. Hanno cominciato a giocare e a poco a poco davanti a loro hanno visto crescere un gruzzolo. Quando la vincita ha raggiunto i 35 mila dollari, i tre si sono alzati e sono andati via con il denaro, che è stato versato alla coppia.
E non è un caso isolato. "Robin Hood 702" ha aiutato anche altre persone, e in una intervista televisiva - rilasciata a volto coperto - ha detto che c'è un unico limite: la richiesta non può superare i 50 mila dollari; oltre allo stato di necessità del richiedente. E spesso le persone si rivolgono a lui per chiedere aiuto per una situazione finanziaria rovinata dalla necessità di fare una operazione chirurgica o per i medicinali di qualche seria malattia.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©