Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Attivi entro tre settimane all'ereoporto di Amsterdam

Olanda: in arrivo i body scanner per i voli negli Usa


Olanda: in arrivo i body scanner per i voli negli Usa
30/12/2009, 20:12

AMSTERDAM - Dopo l'attentato scampato solo per un caso fortuito, in Olanda il governo a deciso di correre ai ripari e di farlo in fretta. A tre settimane da oggi, infatti, è stata annunciata la messa in funzione di nuovi body scannere per la sicurezza negli aeroporti ed il controllo approfondito dei passeggeri. Ad annunciarlo è stato il ministro olandese dell'Interno Guusje ter Horst che, al contempo, ha indicato quello di Schiphol come il primo aeroporto all'interno del quale saranno installate le nuove macchine.
I controlli, che saranno effettuati su tutte le persone in viaggio da e per gli Usa, prevedono l'analisi delle immagini raccolte non da parte di un agente di polizia ma da un software. Tale procedura serve, come si intende, al fine di scavalcare il problema della tutela della privacy. Fino ad oggi, infatti, all'aeroporto erano rimasti inattivi i ben 15 apparecchi impiantati a scopo di test ma fermi, appunto, per le restrizioni imposte dalla Ue in tema di privacy. Con l'utilizzo di un programma dedicato, dunque, il ministro oldandese della giustizia Ernst Hirsch Ballin, in accordo con il segretario per la Sicurezza interna degli Stati Uniti Janet Napolitano, è sicuro di poter "scavalcare" il blocco ed assicurare uno scanning completo del corpo dei passeggeri che, preannuncia, presto sarà effettuato anche per tutti gli altri voli.
Dato che "La sicurezza dei passeggeri deve essere la prima priorità - spiega Ballin - abbiamo deciso di utilizzare gli scanner corporali disponibili a Schiphol per tutti i voli verso gli Usa". Il sistema dei body scanner era utilizzato, oltre che nei Paesi Bassi, anche in Inghilterra; nella struttura di Heathrow. Come precisato, però, si trattava di un sistema sperimentale e comunque rivolto solo all'utenza che rifiutava la perqusizione a mano. Data la nuova tecnologia introdotta, però, sara a breve possibile effettuare un monitoraggio completo di ogni singolo passeggero ed avvertire le autorità solo nel momento in cui il software rilevi qualche oggetto sospetto. Il problema principale degli scanner, infatti, era che questi ultimi lasciavano intravedere i corpi completamente nudi; causando anche comprensibile imbarazzo in chi vi si sottoponeva.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©