Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Come in Italia, era anche dirigente di una delle squadre

Olanda: tre giocatori 15enni uccidono a calci e pugni il guardalinee


Olanda: tre giocatori 15enni uccidono a calci e pugni il guardalinee
04/12/2012, 09:06

AMSTERDAM (OLANDA) - Un episodio tragico ha gettato nel lutto il calcio giovanile olandese. Domenica si è giocata la partita tra le squadre giovanili del Buitenboys e del Nieuw Sloten. I guardalinee - secondo una consuetudine che c'è anche in Italia, erano un dirigente di ciascuna delle due squadre. Per i Buitenboys c'era Richard Nieuwenhuizen, 41 anni, padre di uno dei giocatori della squadra. Non c'è stato nessun episodio eclatante, durante la partita, ma Nieuwenhuizen è stato più volte contestato dalla squadra avversaria. A fine partita è scattata la "caccia all'uomo": tre giocatori del Nieuw Sloten hanno cominciato ad inseguire l'uomo, l'hanno raggiunto e picchiato con violenza. Secondo quanto accertato, hanno continuato a colpirlo selvaggiamente anche dopo che l'uomo è caduto a terra. In particolare, gli hanno sferrato diversi calci alla testa. 
Richard Nieuwenhuizen è stato soccorso dall'ambulanza e poi portato all'ospedale, dove è morto poco dopo a causa dei danni cerebrali subiti durante il pestaggio. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©