Dal mondo / America

Commenta Stampa

Sotto accusa la legge chiamata "Stand your ground"

Omicidio Trayvon: gli artisti della musica boicottano la Florida


Omicidio Trayvon: gli artisti della musica boicottano la Florida
23/07/2013, 18:05

USA - Il caso dell'omicidio di Trayvon Martin (il giovane ucciso all'entrata di un supermercato da una guardia giurata solo perchè indossava un giubbotto col cappuccio alzato, con successiva assoluzione della guardia giurata) rischia di avere una pesante conseguenza. Infatti Stevie Wonder ha annunciato che non terrà più nessun concerto in Florida finchè la legge "Stand your ground" (Difendi il tuo terreno) resterà attiva. Decisioni simili sono state annunciate anche da altri artisti come Madonna, Usher, Kanye West, Rihanna e Rod Stewart. E il boicotaggio potrebbe estendersi ai 23 Stati che, come la Florida, hanno approvato la stessa legge. 
La legge "Stand your ground" è quella che ha permesso l'assoluzione della guardia: consente di sparare per uccidere, anche quando si è per strada, chiunque abbia comportamenti che faccano "ragionevolmente" credere di essere in pericolo. In questo caso, il fatto che Trayvon avesse un giubbotto è stato giudicato tale da giustificare un omicidio a sangue freddo. Si tratta di una norma del 2005, varata dall'allora governatore Joe Bush (fratello del Bush presidente dell'epoca), e che va a favore della lobby delle armi: visto che chiunque può sparare al suo prossimo, senza essere poi punito dalla legge, conviene sempre avere una pistola in tasca. Non si sa mai. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©