Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Palestinesi protestano: "La Casa Bianca non ha credibilità"

Onu: gli Usa bloccano risoluzione di condanna contro Israele


Onu: gli Usa bloccano risoluzione di condanna contro Israele
19/02/2011, 14:02

NEW YORK - Ancora una volta le risoluzioni dell'Onu contro Israele vengono bloccate dal potere di veto degli Stati Uniti. La risoluzione in questione esprimeva ferma condanna contro il governo di Tel Aviv per l'enorme espansione edilizia che sta avvenendo a Gerusalemme Est, nel quartiere arabo della città, Si tratta di case che vengono costruite abbattendo vecchi edifici palestinesi, che non si possono riparare in quanto ai "non-ebrei" è vietato riparare o manutenere le case in cui abitano. Inoltre nella risoluzione è espresso l'invito ad Israele a non perseguire nella politica di continua espansione edilizia.
Ma gli Stati Uniti hanno posto il loro veto e bloccato la risoluzione. Questa azione ha provocato la rabbia dell'Anp: "E' una decisione sciagurata, che colpisce la credibilità dell'amministrazione americana".
Come sempre, quando Israele l'ha appena scansata, fa il solito invito, questa volta attraverso il 'portavoca del Ministero degli Esteri, Yigal Palmor: "La strada è corta fra Ramallah e Gerusalemme e tutto ciò che i palestinesi devono fare è di tornare al tavolo dei negoziati senza precondizioni. Sarà solo così, e non conquistando il Consiglio di sicurezza, che sarà possibile far avanzare il processo di pace a beneficio delle due parti e servire la causa della pace e della sicurezza in tutta la regione".
Naturalmente senza precondizioni perchè le uniche precondizioni le avanza Israele. Il governo di Tel Aviv viuole conservare tutte le colonie illegamente costruite in territorio palestinese negli ultimi 44 anni; i territori palestinesi devono essere completamente disarmati ed assoggettati al controllo israeliano; e così via.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati