Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Intanto i "ribelli" sequestrano le suore a Maalula

Onu: "Gravi crimini contro l'umanità commessi da Assad"


Onu: 'Gravi crimini contro l'umanità commessi da Assad'
02/12/2013, 17:33

DAMASCO (SIRIA) - L'Onu annuncia di avere le prove di "gravissimi crimini contro l'umanità" commessi dal presidente Bashar al Assad in Siria. Questo è il risultato della "Commissione per la violazione dei diritti umani in Siria" creata appositamente dall'Onu. QUali sono queste prove? Non sono state ancora rese pubbliche, ma si è saputo che i membri della commissione li hanno ottenuti intervistando - per telefono o via Skype - circa 2000 persone fuggite dalla Siria nei Paesi circostanti. Da queste interviste sarebbero emerse senza dubbio - dicono loro - le prove della responsabilità diretta di Assad. 
Intanto nuovo attacco dei "ribelli" a Maalula, città cristiana. Dato che sono sempre di più gli esponenti di Al Qaeda al loro interno, la città è un obiettivo privilegiato. E questo è dimostrato dal fatto che come prima cosa gli estremisti islamici hanno invaso le chiese, sequestrando le suore che si occupavano di un orfanatrofio. Già a settembre i "ribelli" avevano invaso Maalula, distruggendo le chiese e uccidendo molti civili inermi; ma pochi giorni dopo era intervenuto l'esercito regolare a liberare la città. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©