Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Dopo che ieri si erano mossi gli Stati Uniti d'America

Onu: intesa all'unanimità, approvate sanzioni alla Libia


Onu: intesa all'unanimità, approvate sanzioni alla Libia
27/02/2011, 11:02

A Tripoli e dintorni la situazione per gli scontri tra civili e uomini favorevoli al regime, continua a precipitare fino a trasformarsi lentamente in una guerra civile.
Dopo le sanzioni approvate ieri dal presidente degli Stati Uniti d'America, è toccato anche al consiglio di Sicurezza, che all’unanimità ha approvato sanzioni contro il regime di Mu'ammar Gheddafi e i membri della sua famiglia.
Quest'azione prevede un isolamento internazionale del dittatore libico per portarlo alla resa al più presto e così evitare altro sangue sparso tra i civili.
Le azioni del consiglio di Sicurezza sono: l' imposizione di embargo sulle armi, blocco dei beni del Colonnello e dei suoi familiari, divieto di viaggiare nell’Unione Europea, congelamento da parte di tutti gli Stati dei soldi appartenenti al Raiss e alla sua famiglia.
La bozza prevede un deferimento alla Corte Penale internazionale dell’Aja, competente per giudicare i crimini di guerra contro l’umanità.
Oltre a Gheddafi, comandante delle Forze Armate, presi di mira anche il capo delle Forze Armate, il colonnello Masud Abdulhafiz, il ministro della Difesa, generale Abu Bakr Yunis, il capo dell’antiterrorismo, Abdussalam Mohammed Abdussalam, oltre ad altri vertici dell’intelligence e dei comitati rivoluzionari.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©