Dal mondo / America

Commenta Stampa

ONU: la repressione sulle droghe ha fallito; proviamo l'antiproibizionismo


ONU: la repressione sulle droghe ha fallito; proviamo l'antiproibizionismo
25/06/2009, 10:06

Un rapporto dell'ONU rivoluziona l'approccio alle droghe. Quasi ovunque si sceglie la strada repressiva, con condanne severe o severissime ai danni dei trafficanti di droga, ma spesso anche dei drogati. Ma oggi è stato reso noto un rapporto dell'Ufficio dell'ONU su droga e crimine, che pone l'accento su un punto: i dati raccolti nel mondo dimostrano come questo approccio sia controproducente e finisca per aiutare le organizzazioni criminali.
E allora cosa fare? Lo dice lo stesso rapporto che per la prima volta apre ben più di uno spiraglio alle teorie degli antiproibizionisti. Premette un secco "no alla liberalizzazione delle droghe, ma poi fa notare come sia sbagliato mandare la gente in galera solo per uno spinello. Quindi si finisce col proporre all'assemblea delle Nazioni Unite la soluzione di una raccomandazione agli Stati membri, in questa direzione, di non penalizzare i consumatori; qualcosa di simile a quanto è stato fatto con la pena di morte.
Ma il fatto storico è che è la prima volta che si ammette in un atto di tale importanza quanto sia fallimentare l'approccio repressivo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©