Dal mondo / Europa

Commenta Stampa

Ossetia del Sud, plebiscito per i partiti filorussi


Ossetia del Sud, plebiscito per i partiti filorussi
01/06/2009, 11:06

L'Ossetia del Sud, la regione che si è separata, grazie all'intervento militare russo, dalla Georgia, ieri ha tenuto delle elezioni, giudicate illeggittime da tutto il mondo, dato che viene riconosciuto come Stato solo dalla Russia e dal Nicaragua. I risultati sono stati annunciati, dal governo provvisorio, con tono trionfale: i tre partiti filorussi hanno preso in totale almeno i tre quarti dei voti, espressi dal 75% della popolazione. E tutti e tre sostengono la candidatura di Eduard Kokoity, ex lottatore 44enne. L'opposizione invece ha raggranellato le briciole.
Con questo l'Ossetia del Sud afferma la propria indipendenza. Ma è una indipendenza formale, dato che in realtà di tratta di un territorio conquistato al territorio georgiano dall'esercito russo, come l'Abkhatia. E quindi si tratta di affermazioni prive di sostanza, a livello di diritto internazionale.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©