Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

L'ombra di Al Qaida dietro la strage

Pakistan, 26 morti per un attentato in una moschea


Pakistan, 26 morti per un attentato in una moschea
23/08/2010, 21:08

Non basta la devastante alluvione, i milioni di morti già causati dalla furia della natura e dall'intempestività di soccorsi ed aiuti. Le popolazioni del Pakistan, anche in periodi di enorme emergenza e sofferenza come quello attuale, devono infatti continuare a convinvere  con gli attacchi terroristici. Solo nella giornata odierna tre attentati hanno provocato 33 morti già accertati. I corpi delle prime 26 vittime sono stati dilaniati da un kamikaze che si è fatto esplodere all'interno della moschea nella cittadina di Wana.
Tra le vittime, come confermano diverse font tra cui la Bbc, anche Maulana Noor Mohammad; ex parlamentare notoriamente vicino ai talebani. In particolare, hanno raccontato le autorità locali ed alcuni testimoni oculari alla Bbc, il kamikaze si sarebbe fatto saltare in aria proprio un istante dopo aver ricevuto il saluto e la stretta di mano da parte di Mohammad; gestore di una piccola scuola religiosa collegata alla moschea.
Sempre dalla Bbc, spiegato che l'uomo aveva militato nel partito Jamiat Ulema-e-Islam (Jui) e che era autore di diversi scritti sulla Jihad e titolare anche di alcune altre scuole ed ospedali. Proprio all'interno di uno dei nosocomi collegati al potetente Mohammad, nei giorni scorsi tre miliziani di Al Qaida erano stati trucidati dalle forze di sicurezza pachistane. Per tale motivo, dunque, autorità e stampa credono che l'attentato che è costato la vita ad altri 25 innocenti sia stato portato a termine per vendicarsi di una possibile "soffiata" dell'ex politico; reo di aver suggerito ai militari pachistani che in quell'ospedale c'erano dei talebani.
In ultimo, sangue anche nel distretto tribale di Kurram e nella periferia di Peshawar. A Kurram sette persone sono morte a causa di un ordigno fatto brillare durante la riunione di alcuni notabili locali, mentre, nell'ovest del Pakistan, altri tre miliazi delle truppe anti-talebani sono stati uccisi dall'esplosione di una bomba.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©