Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

I talebani hanno anche impedito l'arrivo dei soccorsi

Pakistan: attaccato convoglio rifornimenti per l'Isaf


Pakistan: attaccato convoglio rifornimenti per l'Isaf
09/06/2010, 09:06

TAMOL (PAKISTAN) - Attacco dei talebani in Pakistan, nella città di Tamol, a 15 Km. da Peshawar, la città pakistana considerata la "porta" verso l'AFghanistan. Obiettivo dell'attacco, i camion di rifornimenti che da quella zona partono per raggiungere l'Afghanistan per sostenere le forze militari dell'Isaf, impantanate nella cosiddetta "Offensiva di primavera" contro i talebani stessi. Un commando ha attaccato il deposito dove i camion carichi di carburante, pezzi di ricambio e cibo stazionavano e ha dato fuoco ai veicoli, uccidendo anche 7 persone. Poi sono rimasti e hanno aperto il fuoco sia contro i soldati che sono arrivati che contro i Vigili del Fuoco locali, a cui è stato di fatto impedito di spegnere le fiamme. Quando poi l'incendio è stato inarrestabile, il commando si è dileguato, facendo perdere le sue tracce.
Già altre volte i talebani avevano attaccato i camion di rifornimenti, ma mai l'attacco era stato di tale ampiezza. Ed è significativo che sia stato fatto proprio mentre i comandio militari dell'Isaf vantano i vasti risultati ottenuti dall'ultima offensiva. Una offensiva che dopo quasi tre mesi ancora non ha raggiunto i risultati che inizialmente erano stati previsti in quattro settimane; senza contare che gli attacchi talebani stanno colpendo sempre più frequentemente anche quelle che dovrebbero essere le zone protette di Kabul, come ha dimostrato una decina di gioni fa l'attacco alla "jirga" (parola talebana che indica una riunione) a cui partecipava anche il presidente afgano Karzai.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©