Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Commando spara su mezzi per il rifornimento carburante

Pakistan, attacco armato a convogli Nato: 3 morti


Pakistan, attacco armato a convogli Nato: 3 morti
04/10/2010, 09:10

ISLAMABAD - Uomini armati hanno attaccato oggi un convoglio di autocisterne che trasportava carburante per le truppe in Afghanistan, in un attentato che rischia di ritardare la riapertura di una via di rifornimento attraverso il Pakistan. "C'erano almeno 12 uomini armati. Hanno aperto il fuoco e ucciso tre agenti, poi dato fuoco alle cisterne", ha detto un funzionario di polizia a Reuters. In fiamme sono finiti 13 automezzi.
Il Pakistan riaprirà una strada per il rifornimento delle truppe della coalizione in Afghanistan soltanto dopo che sbollirà la rabbia per le incursioni Nato in Pakistan e le condizioni di sicurezza miglioreranno, ha detto ieri un portavoce del ministero degli Esteri di Islamabad.
Irritato per le ripetute incursioni degli elicotteri dell'Alleanza provenienti dall'Afghanistan, il Pakistan ha bloccato una via di rifornimento per il paese confinante, dopo che un bliz, giovedì scorso, ha ucciso tre soldati pachistani nella regione nordoccidentale di Kurram.
Fonti dell'intelligence occidentale sostengono che i militanti afghani hanno conservato santuari nel nordovest del Pakistan, da dove stanno architettando piani per fare attentati nelle città europee.

 

Gli Usa hanno aumentato gli attacchi in Pakistan contro i militanti legati ad al Qaeda, 21 soltanto in settembre. Non ce n'erano mai stati così tanti prima d'ora.

 

Ma le vittime civili di questi attacchi hanno fatto infuriare molti pachistani e reso più difficile la cooperazione del governo con gli Stati Uniti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©