Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Ilyas Kashmiri era il capo dell'"Armata Fantasma"

Pakistan: drone americano uccide leader di Al Qaeda


Pakistan: drone americano uccide leader di Al Qaeda
05/06/2011, 03:06

ISLAMABAD – Discussi, odiati e sempre più spesso al centro di dure critiche, i droni americani hanno però inflitto l’ennesimo colpo ai vertici di Al Qaeda, uccidendo in Pakistan in un villaggio del sud Waziristan, Ilyas Kashmiri, leader del movimento talebano “Harkat – ul – Jihad al – Islami”.
Il capo della Brigata 313, meglio conosciuta come “Armata Fantasma”, era ritenuto da sempre anello di collegamento tra i qaedisti e i servizi pachistani. La notizia della sua morte è stata poi confermata anche dai suoi stessi seguaci, che attraverso un fax inviato ad una emittente televisiva, hanno annunciato pesanti ritorsioni. "Voglia Iddio - spiega il comunicato - che presto gli americani possano vedere la nostra vendetta. Il nostro obiettivo è solo l'America". Nel raid, compiuto nella notte di venerdì, hanno perso la vita diversi militanti. Kashmiri, considerato quasi il successore di Bin Laden, aveva sulla testa una taglia da 5 milioni di dollari. Già qualche anno fa si era parlato di una sua scomparsa, ma poi tutto fu smentito.

Commenta Stampa
di Dario Palladino
Riproduzione riservata ©