Dal mondo / Medioriente

Commenta Stampa

Continua l'offensiva nello Swat

Pakistan, i Talebani sequestrano 400 studenti


Pakistan, i Talebani sequestrano 400 studenti
01/06/2009, 22:06

Nel giorno in cui Islamabad ha annunciato la progressione vincente dell'offensiva governativa nella valle dello Swat, gli integralisti islamici hanno sequestrato 400 studenti e alcuni loro insegnanti e familiari. Il raid è scattato ai danni dei ragazzi del collegio di Razmak, i talebani hanno bloccato i ragazzi che stavano raggiungendo la città di Binnu per l’inizio delle vacanze estive.
Una risposta in grande stile, che colpisce le autorità nel nord ovest del Pakistan al confine con l’Afghanistan, dove i gruppi legati ad Al Qaeda ed ai talebani dello Swat hanno le loro roccaforti. I giovani, tra i 15 ed i 25 anni, erano su una trentina di mezzi. Fonti governative hanno spiegato che il convoglio è stato assalito a Bakka Kei, quando era quasi arrivato a destinazione. I talebani sono arrivati su una ventina di veicoli, pesantemente armati. Hanno aperto il fuoco, lanciando bombe a mano in aria per bloccare i mezzi e costringerli a cambiare direzione. Solo due mezzi sono riusciti ad evitare il sequestro ed a fuggire, portando in salvo circa 25 studenti.
Alcune ore dopo l’attacco, funzionari hanno ufficialmente confermato che sono state avviate le trattative per ottenere il rilascio degli ostaggi. Iqbal Marwat, capo della polizia della città di Bannu, ha spiegato che grazie all’intermediazione degli anziani delle tribù sono in corso i negoziati con i miliziani. Anche il capo dell’amministrazione di Bannu, Kamran Zeeb, ha confermato di aver preso contatti con i talebani tramite alcuni anziani delle tribù.
Intanto nello Swat, dopo la presa della città di Mingora, non si arresta l’offensiva su Charbag; i militari stanno strenuamente combattendo anche nel Waziristan, dove si stanno scontrando con uno degli zoccoli duri della resistenza talebana.

 

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©