Dal mondo / Asia

Commenta Stampa

Duecento operai cinesi intrappolati in casa

Pakistan in ginocchio, 420 morti per alluvione


Pakistan in ginocchio, 420 morti per alluvione
30/07/2010, 19:07

ISLAMABAD – Sale a 420 il bilancio delle vittime della pesante alluvione che ha colpito il Pakistan negli ultimi giorni. Le piogge monsoniche non accennano a diminuire e stanno mettendo in ginocchio tutta la regione di Peshwar, devastata da frane e smottamenti. 
Nella provincia di Khyber-Pakhtoonkhwa si registra la situazione più drammatica: qui 200 operai cinesi sono rimasti intrappolati nelle loro abitazioni a causa del cedimento di una diga, che ha costretto un altro mezzo milione di persone alla fuga immediata.
La portata della tragedia è facilmente intuibile attraverso le immagini che da tre giorni a questa parte si susseguono nel Mondo: quasi tutte le strade sono interrotte, ed i collegamenti saltati rendono impossibili i soccorsi.
Intanto, l’Agenzia per i Rifugiati  dell’Onu ha attivato gli aiuti di emergenza, inviando sul posto i primi carichi di aiuti: 585 tende, 2.700 teli di plastica, 4.000 materassi di plastica.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©